zebra logo

IL BLOG VISIBLE VALUE

IOT: NUOVI LIVELLI DI PRESTAZIONI PER IL PARCO VEICOLI

Pubblicato da Zebra EMEA

12-dic-2016 9.05.00

T&L-2.jpg

Negli sport professionistici, i margini tra gli atleti migliori sono talmente ridotti che organizzazioni come la British Cycling hanno creato una scienza sulla teoria dei guadagni marginali. La tecnologia, sotto certi aspetti, è molto simile. Se l'innovazione si stabilizza, le aziende puntano su aggiustamenti dei flussi di lavoro per ottenere piccoli incrementi di efficienza. Ma a differenza di ciò che accade nello sport, nel mondo del business si assiste a periodiche esplosioni di innovazione, che possono offrire enormi vantaggi.
Prendiamo, ad esempio, il settore dei trasporti e della logistica. Sapevate che circa il 70% dei camion in circolazione sulle strade degli Stati Uniti trasporta aria a causa della mancanza di informazioni sulle dimensioni delle merci che carica? O che, secondo una stima delle Nazioni Unite, il 33% del cibo si deteriora durante il trasporto? Una nuova era di innovazione, incarnata dall'Internet delle cose (IoT), promette non solo di risolvere questi problemi, ma anche di farci riconsiderare tutti i processi chiave del settore dei trasporti e della logistica (T&L).

RILEVAMENTO, PIANIFICAZIONE, AZIONE
Come funziona dunque l'IoT? Etichette e tag intelligenti, come sensori della temperatura, codici a barre e tag RFID per la tracciabilità, possono essere applicati a qualsiasi cosa – camion, merci trasportate, persone, apparecchiature e molto altro – per trasmettere al back office un flusso di dati sul loro stato mediante reti Wi-Fi e 4G. Tali dati, che noi chiamiamo Enterprise Asset Intelligence, possono essere analizzati sfruttando la straordinaria ed economica potenza del cloud, per fare luce su ogni singolo aspetto dei processi di business. Sarà possibile ottenere una visibilità ai limiti del visionario e i team avranno accesso a tutte le informazioni possibili sulle risorse che si spostano lungo la supply chain. Tutte le aree del settore verranno ottimizzate, dalla pianificazione degli itinerari alle abitudini di guida, dalle comunicazioni in tempo reale con i clienti alle procedure di carico/scarico, e molto altro. Due applicazioni sono particolarmente interessanti:

 • Come raggiungere un nuovo livello di efficienza – Il motivo principale per cui i camion viaggiano con spazio inutilizzato è che spesso si conosce il peso della merce, ma non le dimensioni. Con l'IoT questo può cambiare. Sistemi intelligenti installati nei centri di distribuzione possono verificare automaticamente le dimensioni degli articoli non appena arrivano in loco e raccomandare uno schema di carico per la successiva spedizione, in modo da ottimizzare lo spazio sui camion. Mano a mano che le merci si spostano a valle nella supply chain, gli addetti alla pianificazione delle flotte di veicoli possono vedere le effettive dimensioni di ciò che arriva e pianificare con maggiore cura il numero di camion da posizionare nei centri di distribuzione e caricarli in modo più efficiente. Lo scopo è coordinare sempre al meglio la fase successiva. Negli Stati Uniti, le perdite nel settore dei trasporti ammontano a circa 30 miliardi di dollari l'anno, 2,5 dei quali sono da ricondurre all'impossibilità da parte delle aziende di definire le dimensioni delle merci trasportate. Grazie all'IoT e all'analisi intelligente dei dati, quei 2,5 miliardi di dollari possono essere sommati ai profitti, riducendo nel contempo l'impatto ambientale.
 • Come ottimizzare il trasporto degli alimenti – Collegando sensori ai generi alimentari in transito, è possibile monitorarne la temperatura e la condizione durante il viaggio. Le letture possono essere eseguite automaticamente sfruttando le reti wireless oppure direttamente dagli autisti mediante computer mobili in orari prestabiliti. Tutte le informazioni vengono automaticamente registrate ai fini della conformità. I dati acquisiti in tempo reale consentono ai responsabili delle flotte di veicoli di gestire in modo proattivo le condizioni degli alimenti e di prendere decisioni più informate riguardo ai prodotti che viaggiano lungo la supply chain. In questo modo, è possibile ridurre drasticamente gli sprechi, così come i costi associati alla distribuzione al pubblico di generi alimentari in modo puntuale e in condizioni più sane.

Sono convinto che l'IoT favorirà una trasformazione di molte aree del settore T&L. Questa visione è condivisa anche dal settore stesso; una nostra indagine ha infatti rilevato che il 58% delle aziende del settore T&L ha in programma di implementare soluzioni di dimensionamento del carico, mentre il 60% sta adottando l'IoT per ottimizzare la supply chain, il 61% per localizzare le risorse e il 76% per migliorare la gestione dei dati aziendali. Se siete interessati ad approfondire l'argomento, date un'occhiata al nostro rapporto sulla visione.

Topics: T&L, IoT